Il blog che racconta la storia in un modo diverso, indagando sui retroscena, formulando ipotesi alternative e senza fermarsi davanti ai dogmi dell’establishment. Qui trovi articoli su temi e personaggi che riguardano la storia antica/moderna, l’archeologia, i miti e le leggende. C’è anche un angolo speciale per gli amanti dell’Africa.

Storia...Controstoria

Informazione è: conoscere i due volti della storia

home 2017-02-17T00:30:23+00:00

Evoluzione del cervello umano. Fuoco, parola, sangue.

L’eterno mistero del cervello umano. L’evoluzione della specie Homo potrebbe essere una chiave per svelarne alcuni aspetti, giacché segnò le tappe dello sviluppo cerebrale degli ominidi. Gli interrogativi sono tanti. Perché l’aumento più considerevole del cervello avvenne d’improvviso, circa due milioni di anni fa? Sappiamo inoltre che in media la massa cerebrale dell’uomo di Neanderthal era più grande di quella dell’Homo sapiens. Dunque il nostro cugino scomparso non era di certo meno intelligente di noi. Al contrario, semmai poteva esserlo di più. Ma… davvero dimensioni del cervello e intelligenza vanno di pari passo? Oppure esistono altri fattori altrettanto decisivi? […]

Origini della scrittura nel Paleolitico? Homo Sapiens, homo scriptor

Le scritture più antiche ci trasmettono dal passato messaggi indecifrabili. Sono enigmi che attendono di essere svelati. O forse no? Forse il loro scopo originario era proprio la segretezza? Magari l’origine della scrittura, una conoscenza destinata a pochi, aveva il compito di trasmettere messaggi segreti accessibili soltanto a una cerchia ristretta di iniziati. Possibilmente si trattava di un mezzo di comunicazione sacro, un filo sottile e inintelligibile che tramandava un sapere occulto da sciamano a sciamano, affinché questi lo custodisse e lo trasmettesse, a sua volta, alle generazioni future. Oppure era una scuola per tutta la posterità, un’enciclopedia di nozioni pratiche, miti e rituali segreti. […]

L’ago dell’uomo di Denisova. C’era una volta, 50.000 anni fa

C’era una volta, 50.000 anni fa, l’uomo di Denisova che fabbricò un ago per cucire le pelli e confezionare abiti su misura. C’era una volta, quando ancora imponenti mammut solcavano le steppe eurasiatiche. La nuova, sorprendente scoperta effettuata in Siberia dimostra che l’Homo sapiens non fu il primo a padroneggiare questa tecnica: l’ago del Denisova è il più antico in assoluto, risale a quel periodo che, nel Paleolitico europeo, viene detto “protoaurignaziano”. Un’ulteriore conferma alla presenza di un altro ominide notevolmente evoluto che visse per millenni contemporaneamente alla nostra specie. Era di casa nelle steppe siberiane, nell’Asia orientale e in Melanesia. Una conferma forte, provocatoria. Questo significa che il quadro del Paleolitico cambia ancora. 40.000 anni fa non eravamo i soli a popolare la Terra. E al nostro fianco non c’era soltanto l’uomo di Neanderthal. […]

By | November 1st, 2016|Categories: paleolitico|Tags: , , , |0 Comments

Iside e le sue sorelle. Signore del cielo

Iside e le sue sorelle, tre dee del cielo che appaiono nei pantheon delle prime grandi culture. Creazioni di nuove società organizzate in centri cittadini fortificati, altro non erano che il riflesso dell’arcaica Madre universale venerata durante il Neolitico e forse anche signora del Paleolitico. Con l’avvento delle grandi culture come quella egizia e sumera, la Natura donatrice di vita dovette cedere il primato a potenti divinità maschili. La sua immagine si frantumò in mille pezzi, da una dea ne furono create mille, a seconda delle esigenze delle rispettive culture. Erano tutte signore che affiancavano i loro uomini o/e fratelli in un Olimpo bizzarro, in cui talvolta indossavano i panni di guerriere crudeli, portatrici di distruzione e morte. […]

By | Oktober 14th, 2016|Categories: antiche culture|Tags: , , |0 Comments

Navigazione nella preistoria. Un biglietto andata e ritorno per Cipro

Navigazione oltre 10.000 anni fa. La meta: Cipro. Mi fa un certo effetto pensare che i nostri antenati già nella preistoria traghettavano uomini e animali dalla terraferma alle isole mediterranee. Soprattutto perché per molto tempo gli studiosi non hanno voluto accettare questa possibilità. Per mancanza di “prove”. I reperti non c’erano e se c’erano, non venivano presi sul serio. Perché? Non si riusciva a immaginare che in un tempo tanto lontano, prima della fioritura delle grandi culture, i nostri antenati si cimentassero in rischiosi spostamenti marittimi. Oggi, grazie alla ricerca interdisciplinare, le “prove” affiorano. Anche i più reazionari devono arrendersi all’evidenza. Il biglietto andata e ritorno per Cipro esisteva, e si comprava in Turchia. […]

By | Oktober 2nd, 2016|Categories: antiche culture|Tags: , |1 Comment

L’ordine nero delle SS e il Graal: l’enigma di Otto Rahn

Il mito del Graal fu un punto centrale nell’esoterica dell’Ordine nero delle SS. La leggenda medievale nata in Francia e sviluppatasi anche in Germania grazie alle opere del trovatore Wolfram von Eschenbach affascinava il gerarca nazista Heinrich Himmler, intento a tessere il mito di un grande passato germanico. Una cerchia di eletti in seno all’Ordine Nero delle SS, la sua creatura, rappresentava i cavalieri del Graal. Per loro il nazista acquistò il tenebroso castello di Wewelsburg, nella cui cripta si svolgevano riti misteriosi. E forse proprio quelle stanze sotterranee erano destinate ad accogliere il Graal. Un giorno Heinrich Himmler s’imbatté nel libro di un autore squattrinato e appassionato cercatore della preziosa reliquia: Otto Rahn… […]

By | September 23rd, 2016|Categories: europa segreta|Tags: , , , , |0 Comments

Leoni delle caverne nell’era glaciale. Freschi freschi dal permafrost

Sono cuccioli dell’Era glaciale, i leoni delle caverne scoperti nel permafrost della Jacuzia, una repubblica russa situata nella Siberia orientale. Il clamore della scoperta risiede soprattutto nel fatto che le spoglie dei leoncini si trovano in perfetto stato di conservazione, anche la loro pelliccia è intatta. Piccole mummie di ghiaccio, i primi esemplari ben conservati, perché finora erano stati portati alla luce soltanto scheletri e ossa. Insomma, un unicum a livello mondiale. I leoni delle caverne nell’Era glaciale erano presenti anche in Europa e nell’Asia settentrionale. Lo testimoniano i resti fossili e le splendide pitture parietali della Grotta di Chauvet (ca. 30.000 anni fa), la “Cappella Sistina del Paleolitico”. […]

By | September 19th, 2016|Categories: paleolitico|Tags: , , , |0 Comments

Homo floresiensis. L’isola dei nani

Il piccolo uomo del grande oceano Sull’isola di Flores, in Indonesia, tra le Molucche e Giava, il team del paleo antropologo neozelandese Michael Morwood ha realizzato nel 2003 una scoperta eccezionale. L’Homo floresiensis, un nuovo esponente estinto della specie umana, è apparso d’improvviso dal sottosuolo di una caverna facendo nuova luce sul Paleolitico e dimostrando, una volta di più, quanto vicine siano realtà e leggenda. L’Uomo di Flores, il piccolo “Hobbit” indonesiano, così battezzato per le sue dimensioni eccezionalmente minute, ricorda saghe e miti dell’antichità in cui si parla di draghi, giganti e…popoli di piccoli uomini. Un’atmosfera di favola circonda lo stesso luogo del ritrovamento: la grotta di Liang Bua, antro di scultorea bellezza immerso in un verde rigoglioso, in un vero paradiso naturale. […]

By | August 16th, 2016|Categories: paleolitico|Tags: , , |1 Comment

miei libri e ebooks

Pubblicità

tags

La gestione del blog richiede un grande impegno non solo per quanto riguarda gli articoli, che si basano tutti su accurate ricerche e vengono costantemente attualizzati, ma anche per l’ampia documentazione fotografica. Se volete, potete contribuire al mantenimento del blog con una piccola donazione. Grazie!