Il blog che racconta la storia in un modo diverso, indagando sui retroscena, formulando ipotesi alternative e senza fermarsi davanti ai dogmi dell’establishment. Qui trovi articoli su temi e personaggi che riguardano la storia antica/moderna, l’archeologia, i miti e le leggende. C’è anche un angolo speciale per gli amanti dell’Africa.

Home » antiche culture

Iside e le sue sorelle. Signore del cielo

Iside e le sue sorelle, tre dee del cielo che appaiono nei pantheon delle prime grandi culture. Creazioni di nuove società organizzate in centri cittadini fortificati, altro non erano che il riflesso dell’arcaica Madre universale venerata durante il Neolitico e forse anche signora del Paleolitico. Con l’avvento delle grandi culture come quella egizia e sumera, la Natura donatrice di vita dovette cedere il primato a potenti divinità maschili. La sua immagine si frantumò in mille pezzi, da una dea ne furono create mille, a seconda delle esigenze delle rispettive culture. Erano tutte signore che affiancavano i loro uomini o/e fratelli in un Olimpo bizzarro, in cui talvolta indossavano i panni di guerriere crudeli, portatrici di distruzione e morte. […]

Oktober 14th, 2016|antiche culture|0 Comments

Navigazione nella preistoria. Un biglietto andata e ritorno per Cipro

Navigazione oltre 10.000 anni fa. La meta: Cipro. Mi fa un certo effetto pensare che i nostri antenati già nella preistoria traghettavano uomini e animali dalla terraferma alle isole mediterranee. Soprattutto perché per molto tempo gli studiosi non hanno voluto accettare questa possibilità. Per mancanza di “prove”. I reperti non c’erano e se c’erano, non venivano presi sul serio. Perché? Non si riusciva a immaginare che in un tempo tanto lontano, prima della fioritura delle grandi culture, i nostri antenati si cimentassero in rischiosi spostamenti marittimi. Oggi, grazie alla ricerca interdisciplinare, le “prove” affiorano. Anche i più reazionari devono arrendersi all’evidenza. Il biglietto andata e ritorno per Cipro esisteva, e si comprava in Turchia. […]

Oktober 2nd, 2016|antiche culture|1 Comment

Origini dell’alchimia in Egitto. L’arte segreta dei sacerdoti del tempio

Alchimia. L’arte segreta che fiorì nella lunghissima epoca medievale, affonda le sue origini nell’antico Egitto. Anzi, si potrebbe dire che questa disciplina costituisca, unitamente a riti e rituali sacri che mai potremo conoscere appieno, uno dei misteri delle Due Terre. Sono pratiche avvolte da un’aura di magia – gli egizi la chiamavano heka – che si svolgevano nelle stanze ombrose dei templi. Al solo cospetto dei sacerdoti. Almeno così vuole l’antica tradizione che fa risalire il termine “alchimia” al vocabolo egizio Kemet, nome con cui gli abitanti delle Due Terre designavano l’Egitto: Kemet. La Nera. Come la terra fertile e scura bagnata dal Nilo, fango che donava la vita. […]

Juni 11th, 2016|antiche culture|0 Comments

Metropoli preistoriche. Da Ain Ghazal a Çatal Hüyük

A partire dalla metà del VIII millennio a.C. sorsero nel Medio Oriente le prime metropoli dell’umanità, centri che si estendevano su vaste superfici (13,5 – 15 ettari) e ospitavano migliaia di persone. Alcuni millenni prima della nascita dell’Egitto dinastico e delle città-stato sumere, nel Levante c’erano grandi centri urbani. Genti di culture a noi estranee e pressoché sconosciute vi praticavano riti funerari, cerimonie religiose. Elementi di importanza vitale, necessari all’identificazione del singolo individuo nel contesto sociale e culturale che lo circondava. Ad un certo punto queste “mega città” scomparvero senza lasciare traccia. Un silenzio che durò millenni. Soltanto molto più tardi sarebbe nata la grande cultura mesopotamica di Sumer. […]

Mai 29th, 2016|antiche culture|1 Comment

La prima regina d’Egitto e i geroglifici del Sinai

Ora è certo. All’alba del periodo dinastico una regina sedeva sul trono d’Egitto: Neith-hotep. Questa teoria, impugnata dall’egittologo Walter B. Emery più di 50 anni fa, si era scontrata con le remore dell’establishment che rifiutava di accettare l’idea di una regina importante a capo del governo all’inizio dell’epoca dinastica. Tanti sono stati i grandi faraoni, poche le regine potenti. I re d’Egitto governarono incontrastati per millenni con brevi, sparuti intervalli di regine particolarmente forti e visionarie come la tenace Hatshepsut che salì al trono in qualità di reggente del figliastro Tutmosis, o l’astuta Cleopatra reggente del fratello Tolomeo. […]

März 3rd, 2016|antiche culture|0 Comments

Arca dell’Alleanza e Porta del Cielo

La città sacra di Per-Sopdu Forse è proprio questo luogo arcaico a far luce sul segreto dell’Arca dell’Alleanza. Quella che Mosè portò via nella sua fuga dalla terra dei faraoni. Perché questa reliquia possiede tutte le caratteristiche proprie di un prodotto della tecnologia egizia. Per-Sopdu, la città perduta. Un tempo lì si trovavano dei templi. In uno di essi, nel santissimo, c’era un naos, una cella sacra di granito nero. Oggi il reperto è esposto nel Museo di Ismailia. Se questo naos potesse parlare, ci racconterebbe di battaglie cosmiche e amori incestuosi degli dèi. Ci racconterebbe dello Scrigno di Ra e della Porta del Cielo. La pietra non ha voce, è vero, ma può tramandare incisioni geroglifiche. […]

Februar 22nd, 2016|antiche culture|1 Comment

La parete con i seni di donna del Lago di Costanza

In principio era la madre     Il Lago di Costanza, in Germania, è sfondo di un’eccezionale scoperta: una parete con seni di donna del Neolitico. L’ incredibile reperto è stato realizzato intorno al 3900 a.C. ed è una prova in più per l’importanza della donna nella preistoria. Un altro indizio si aggiunge così ai tanti reperti portati alla luce in decenni di prezioso lavoro che gli archeologi hanno svolto in tutta Europa, in Oriente e nella culla di mamma Africa. La teoria della specialista Marija Gimbutas, che dopo un periodo di entusiastica diffusione è stata osteggiata e denigrata da quell’establishment più tradizionalista e meno aperto al nuovo, oggi torna in primo piano, debitamente onorata da diversi studiosi di fama mondiale. […]

Februar 1st, 2016|antiche culture|0 Comments

Il segreto della tomba 100 di Hierakonpolis

Navi dei Compagni di Horus nella sabbia     Fu l’archeologo Frederick W. Green a scoprire la “tomba 100” di Hierakonpolis. Nell’inverno 1898-1899, in una necropoli dell’antichissima città egizia di Nekhen più tardi chiamata dai Greci Hierakonpolis, “città del falco”. Il cimitero era costituito da ben 150 sepolture e una di esse, situata nell’area sud-est, presentava un dettaglio particolare: le sabbie avevano preservato la pittura murale di una parete, una raffigurazione a colori dal significato sconosciuto che avrebbe suscitato negli anni a venire vivaci discussioni in ambito accademico e, di recente, anche fuori di esso. Il problema è il soggetto dell’affresco: grandi navi arenate nella sabbia, scene di conquista, prigionieri morti o incatenati. Chi erano questi navigatori dalla mazza facile? I Compagni di Horus? […]

Januar 1st, 2016|antiche culture|4 Comments

Città sotterranee della Cappadocia

I labirinti oscuri di Derinkuyu e le sue sorelle     Fino agli anni Sessanta del secolo scorso, poco o nulla si sapeva delle incredibili città sotterranee della Turchia. Poi un uomo decise di ristrutturare la sua casa antica. Nascosta dietro una parete della cantina, scoprì una camera di cui aveva ignorato l’esistenza. E venne alla luce un’intera città. Quella camera “clandestina” era soltanto l’inizio di un gigantesco sistema di tunnel che si estendeva nel sottosuolo suddiviso in diversi livelli, piani sovrapposti muniti di cisterne, ampie sale, scale, panche, pilastri e canali di areazione. Ma chi l’aveva costruito? In che epoca? E per quale motivo? Dal 1963, la città sotterranea di Derinkuyu non ha ancora rivelato tutti i suoi segreti. […]

November 22nd, 2015|antiche culture|0 Comments

Çayönü e la casa dei crani. Un altro enigma presso Göbekli Tepe

Primi insediamenti dei cacciatori d’Anatolia     Ubicato ai piedi dei Monti Tauro, il sito di Cayönü fu scoperto nel 1963. La sua importanza nel panorama del Neolitico preceramico intorno a Göbekli Tepe è grande, soprattutto perché qui furono costruite le prime abitazioni risalenti al 10.000-9.000 a.C. che videro lo sviluppo delle prime comunità di cacciatori-agricoltori d’Anatolia. Si tratta, insomma, di un divenire che andò di pari passo con lo sviluppo degli imponenti santuari del vicino centro di Göbekli Tepe e che può aiutarci a ricostruire l’universo sconosciuto di quelle genti. Per millenni esistettero delle comunità a Cayönü, le loro case si trasformarono da semplici capanne rotonde a solidi edifici rettangolari più complessi. Una costruzione in particolare ha concentrato l’attenzione degli esperti: la casa dei crani. […]

November 5th, 2015|antiche culture|1 Comment

Enigmi irrisolti della Tavoletta di Narmer

L’insostenibile leggerezza di decifrare l’indecifrabile     Ho avuto la fortuna di vedere più volte la Tavoletta di Narmer da vicino. Al Museo Egizio del Cairo. L’ultima volta era esposta in una vetrinetta della grande sala centrale al pianterreno, illuminata dalla luce naturale di un rovente giorno d’estate che, spandendosi dal lucernario, trasformava il museo in una sauna gigantesca. La paletta cerimoniale è alta circa 60 centimetri, fatta di scisto e risale approssimativamente al 3100 a.C. Su entrambi i lati vi sono splendide raffigurazioni geroglifiche la cui perfezione sbalordisce davvero se pensiamo che fu realizzata all’alba dei re, quando i faraoni ancora non esistevano. Era l’epoca dei Compagni di Horus, i dominatori misteriosi che, partendo dall’Alto Egitto, poco a poco conquistarono le Due Terre. I signori del falco. […]

Oktober 31st, 2015|antiche culture|0 Comments

A 50 km da Göbekli Tepe: le enigmatiche sculture di Nevali Cori

Scomparso sotto le acque del lago     Scomparso per sempre? Il sito archeologico di Nevali Cori, situato a soli 50 km di distanza da Göbekli Tepe, attualmente è sparito dalla faccia della terra. Durante la primavera del 1992 è stato inghiottito dalle acque. Si trattava di un luogo abitato più di 10.000 anni fa da gruppi di cacciatori raccoglitori, forse proprio dalle genti che parteciparono in prima persona alla costruzione degli ultimi santuari di Göbekli Tepe e al loro interramento. L’Anatolia, cuore della Turchia, sta rivelando i suoi segreti. Poco a poco questo territorio chiave diventa l’ombelico sacro di epoche preistoriche ancora avvolte nelle nebbie del mito. Quelle a cui appartengono le enigmatiche sculture di Nevali Cori. […]

Oktober 18th, 2015|antiche culture|0 Comments