INDICE:

  • Prefazione

Il serpente e la punta dell’iceberg

  • Capitolo II

Cavalieri di Sion

  • Capitolo II

Il veleno del Serpente rosso

  • Capitolo III

Maria Maddalena, Gesù e Giovanni Battista: la dottrina dei Mandei

  • Capitolo IV

Società segrete e politica

  • Capitolo V

Il potere delle società segrete

  • Appendice

Il Serpente rosso, Le serpent rouge

Tavola cronologica degli avvenimenti principali

  • Bibliografia

Il serpente rosso. Le società segrete al potere in Occidente.

Venexia Edizioni, 2013.

181 pagine – disponibile in cartaceo

 

Su Rennes-le-Château sono stati scritti migliaia di libri, in tutte le lingue e con tutte le teorie possibili e immaginabili. Io ho scelto di analizzare le vicende di Rennes partendo da un altro punto vista,  da quello delle società segrete. Inizio quindi da lui, Pierre Plantard, il grande mistagogo, e dal Priorato di Sion. Ritengo, infatti, che le società segrete rivestano un ruolo molto più importante di quanto non si creda nei disegni politici e negli avvenimenti storici, e non soltanto oggi. È sempre stato così. Perché queste organizzazioni accolgono nelle loro file personaggi intriganti, pericolosi, assetati di potere, esperti nel tessere complotti in segreto, alle spalle dei governi e, soprattutto, dei cittadini. Anche dietro l’affare di Rennes-le-Château c’è molto più di ciò che sembra a prima vista. La fondazione del Priorato di Sion non era il gioco di un mitomane che si chiamava Pierre Plantard, bensì la mossa di un uomo informato che da anni operava a suo agio tra gli occultisti e in seno alle società segrete francesi. Dunque ho seguito le sue tracce, cercando di comprendere che cosa si nascondeva dietro la maschera enigmatica del suo sorriso di sfinge. Ho trovato personaggi come l’allora presidente Francois Mitterrand e l’importante uomo d’affari Patrice Pelat. Come sempre, le mie ricerche non si sono limitate all’epoca moderna. Ho fatto visita alla Corte del re di Francia, Luigi XIV detto Re Sole, e lì mi sono imbattuta nel misterioso personaggio dell’uomo dalla Maschera di Ferro. Questo prigioniero, contrariamente a quanto si penserebbe, ha molto a che fare con il pittore Nicolas Poussin, con il Razès e con il veleno del Serpente rosso.

Compra il libro o su Amazon