Il blog che racconta la storia in un modo diverso, indagando sui retroscena, formulando ipotesi alternative e senza fermarsi davanti ai dogmi dell’establishment. Qui trovi articoli su temi e personaggi che riguardano la storia antica/moderna, l’archeologia, i miti e le leggende. C’è anche un angolo speciale per gli amanti dell’Africa.

Home » paleolitico

Evoluzione del cervello umano. Fuoco, parola, sangue.

L’eterno mistero del cervello umano. L’evoluzione della specie Homo potrebbe essere una chiave per svelarne alcuni aspetti, giacché segnò le tappe dello sviluppo cerebrale degli ominidi. Gli interrogativi sono tanti. Perché l’aumento più considerevole del cervello avvenne d’improvviso, circa due milioni di anni fa? Sappiamo inoltre che in media la massa cerebrale dell’uomo di Neanderthal era più grande di quella dell’Homo sapiens. Dunque il nostro cugino scomparso non era di certo meno intelligente di noi. Al contrario, semmai poteva esserlo di più. Ma… davvero dimensioni del cervello e intelligenza vanno di pari passo? Oppure esistono altri fattori altrettanto decisivi? […]

Februar 11th, 2017|paleolitico|0 Comments

Origini della scrittura nel Paleolitico? Homo Sapiens, homo scriptor

Le scritture più antiche ci trasmettono dal passato messaggi indecifrabili. Sono enigmi che attendono di essere svelati. O forse no? Forse il loro scopo originario era proprio la segretezza? Magari l’origine della scrittura, una conoscenza destinata a pochi, aveva il compito di trasmettere messaggi segreti accessibili soltanto a una cerchia ristretta di iniziati. Possibilmente si trattava di un mezzo di comunicazione sacro, un filo sottile e inintelligibile che tramandava un sapere occulto da sciamano a sciamano, affinché questi lo custodisse e lo trasmettesse, a sua volta, alle generazioni future. Oppure era una scuola per tutta la posterità, un’enciclopedia di nozioni pratiche, miti e rituali segreti. […]

Januar 3rd, 2017|paleolitico|0 Comments

L’ago dell’uomo di Denisova. C’era una volta, 50.000 anni fa

C’era una volta, 50.000 anni fa, l’uomo di Denisova che fabbricò un ago per cucire le pelli e confezionare abiti su misura. C’era una volta, quando ancora imponenti mammut solcavano le steppe eurasiatiche. La nuova, sorprendente scoperta effettuata in Siberia dimostra che l’Homo sapiens non fu il primo a padroneggiare questa tecnica: l’ago del Denisova è il più antico in assoluto, risale a quel periodo che, nel Paleolitico europeo, viene detto “protoaurignaziano”. Un’ulteriore conferma alla presenza di un altro ominide notevolmente evoluto che visse per millenni contemporaneamente alla nostra specie. Era di casa nelle steppe siberiane, nell’Asia orientale e in Melanesia. Una conferma forte, provocatoria. Questo significa che il quadro del Paleolitico cambia ancora. 40.000 anni fa non eravamo i soli a popolare la Terra. E al nostro fianco non c’era soltanto l’uomo di Neanderthal. […]

November 1st, 2016|paleolitico|0 Comments

Leoni delle caverne nell’era glaciale. Freschi freschi dal permafrost

Sono cuccioli dell’Era glaciale, i leoni delle caverne scoperti nel permafrost della Jacuzia, una repubblica russa situata nella Siberia orientale. Il clamore della scoperta risiede soprattutto nel fatto che le spoglie dei leoncini si trovano in perfetto stato di conservazione, anche la loro pelliccia è intatta. Piccole mummie di ghiaccio, i primi esemplari ben conservati, perché finora erano stati portati alla luce soltanto scheletri e ossa. Insomma, un unicum a livello mondiale. I leoni delle caverne nell’Era glaciale erano presenti anche in Europa e nell’Asia settentrionale. Lo testimoniano i resti fossili e le splendide pitture parietali della Grotta di Chauvet (ca. 30.000 anni fa), la “Cappella Sistina del Paleolitico”. […]

September 19th, 2016|paleolitico|0 Comments

Homo floresiensis. L’isola dei nani

Il piccolo uomo del grande oceano Sull’isola di Flores, in Indonesia, tra le Molucche e Giava, il team del paleo antropologo neozelandese Michael Morwood ha realizzato nel 2003 una scoperta eccezionale. L’Homo floresiensis, un nuovo esponente estinto della specie umana, è apparso d’improvviso dal sottosuolo di una caverna facendo nuova luce sul Paleolitico e dimostrando, una volta di più, quanto vicine siano realtà e leggenda. L’Uomo di Flores, il piccolo “Hobbit” indonesiano, così battezzato per le sue dimensioni eccezionalmente minute, ricorda saghe e miti dell’antichità in cui si parla di draghi, giganti e…popoli di piccoli uomini. Un’atmosfera di favola circonda lo stesso luogo del ritrovamento: la grotta di Liang Bua, antro di scultorea bellezza immerso in un verde rigoglioso, in un vero paradiso naturale. […]

August 16th, 2016|paleolitico|1 Comment

I cerchi di pietra dei Neanderthal: le costruzioni più antiche

Le costruzioni realizzate dall’uomo di Neanderthal 176.000 anni fa nella grotta di Bruniquel sono una sensazione. I cerchi di pietra più antichi del mondo. Individuati già negli anni Novanta del secolo scorso e oggetto di accurati studi per decenni, finalmente i misteriosi cerchi della caverna francese sono stati ufficialmente riconosciuti come una costruzione ideata e messa in opera dall’Uomo di Neanderthal, l’ominide estinto intorno a 39.000 anni fa. Quello che per centinaia di millenni era stato l’abitante indiscusso dell’Europa preda della glaciazione. Prima dell’Homo sapiens. Il cacciatore raccoglitore che aveva vissuto periodi di freddo estremo e fasi di clima straordinariamente mite in un continente vasto e libero, percorso da grandi animali come i mammut, i leoni delle caverne o gli elefanti della foresta. Insomma, avremmo a che fare con un’opera di costruzione del primo europeo in assoluto: l’uomo di Neanderthal. […]

Juli 5th, 2016|paleolitico|0 Comments

Le sculture più antiche? Pietre dello scandalo e del mistero

All’inizio c’è un sasso. Il cosiddetto “Makapansgat pebble”, un ciottolo di diaspro che conta ben 3 milioni di anni. Ha un colore marrone rossiccio e pesa 260 grammi. Fu trovato negli anni Settanta del XX secolo in Sudafrica in una cava di dolerite, sulle rive del fiume Limpopo. E, in un certo senso, si potrebbe definire la pietra dello scandalo. Perché? Sulla sua superficie sono scolpiti in modo rudimentale dei lineamenti umani. Occhi rotondi, bocca a fessura, accenni a un copricapo oppure un taglio di capelli. Il Makapansgat pebble è stato portato alla luce nei pressi di una fonte naturale, nell’orizzonte di scavo dell’australopiteco africano. Il prodotto di uno scherzo della natura oppure una delle sculture più antiche? Lineamenti maschili o femminili? […]

Mai 9th, 2016|paleolitico|0 Comments

Le origini dei nostri miti risalgono al Paleolitico

E l’Homo sapiens inventò Polifemo     Che l’interpretazione del mito come specchio della nostra storia sia essenziale, l’ho sempre detto e ripetuto. Ora però, in base agli studi recenti, le origini dei miti sembrano essere molto più antiche di quanto si pensasse. Ci conducono alla preistoria dell’uomo, addirittura ai tempi misteriosi del Paleolitico, l’Età della Pietra. Quando la scrittura non esisteva. È stupefacente la scoperta di antropologi ed etnologi impegnati nella filogenetica che collocano la nascita di alcuni miti propri della cultura europea nella culla del Paleolitico, e cioè nel periodo in cui l’Homo sapiens decorava le pareti rocciose delle caverne ibero-francesi con le splendide pitture di animali ed esseri antropomorfi. […]

Januar 26th, 2016|paleolitico|2 Comments

Neanderthal e Sapiens insieme a Riparo Mandrin

Nuovi interrogativi sull’evoluzione umana In Francia, sulla riva sinistra del Rodano, c’è la Grotta di Mandrin, un sito preistorico poco noto ma eccezionale, unico al mondo. I reperti più antichi raggiungono il Paleolitico. Fra queste rocce lasciarono le loro tracce l’uomo di Neanderthal e l’Homo sapiens. Utensili appartenenti ad entrambe le specie sono rimasti imprigionati negli strati di calpestio a testimonianza del loro passaggio. Ma non solo questo: alcuni oggetti ornamentali della Grotta di Mandrin confermano l’interesse del Neanderthal per la cura del proprio corpo, e quindi la presenza di un pensiero astratto nel cervello del nostro “cugino” scomparso. […]

Januar 18th, 2016|paleolitico|0 Comments

Quel proiettile che uccise un Neanderthal 50000 anni fa

Il mistero della Grotta di Shanidar     Shanidar, una grotta dalla superficie enorme, situata nel nord-est dell’Iraq. 50.000 anni fa. Un incontro fra due specie: uomo di Neanderthal e Homo sapiens. E poi un’aggressione. L’uccisione del Neanderthal. Abbiamo a che fare con uno dei primissimi omicidi della preistoria? Forse il Sapiens agì in preda a pregiudizi razziali? Nella panoramica del Paleolitico l’episodio della Grotta di Shanidar è particolarmente importante per due motivi. Da una parte potrebbe rappresentare una delle facce, di certo la più truce, della convivenza tra Neanderthal e Sapiens; dall’altra potrebbe riaprire la diatriba infinita sulle reali capacità dell’uomo di Neanderthal e sulle sue scoperte innovative. Vediamo come e perché. […]

November 8th, 2015|paleolitico|1 Comment

Le incisioni paleolitiche di Qurta nell’Alto Egitto

Petroglifi impressionanti. Transfer culturale dall’Europa all’Africa?     Uno studioso belga scoprì i petroglifi all’inizio del XX secolo a Qurta, nell’Alto Egitto, a circa 30 km a sud della città di Edfu, sulla riva orientale del Nilo. Siamo a una distanza di 3,5 km dal fiume e ai margini nord della pianura alluvionale di Kom Ombo. Si tratta di raffigurazioni di animali e sagome femminili incise nella roccia che risalgono a 19.000 – 17.000 anni fa. Paleolitico superiore. Trovare importanti reperti archeologici in Egitto non stupisce più di tanto, la Terra dei faraoni è celebre in tutto il mondo per l’antichità della sua storia e la varietà dei suoi reperti. Ma le raffigurazioni di Qurta sono qualcosa di unico soprattutto per un motivo ben preciso: assomigliano in modo impressionante all’arte paleolitica… iberica e francese. […]

September 26th, 2015|paleolitico|0 Comments

A Sunghir le tombe più fastose dei cacciatori dell’Era glaciale

Un eccezionale corredo funerario di Homo Sapiens     Sunghir. Qui vivevano, 30.000 – 27.000 anni fa, i cacciatori dell’Era glaciale. Datazioni impressionanti. Un universo a noi estraneo e perduto in cui individui della specie Homo sapiens si muovevano liberi da un luogo all’altro, signori della natura che li circondava e, allo stesso tempo, parte di essa. In questo giacimento paleolitico russo si sono conservate delle sepolture di Homo sapiens dal valore eccezionale. Testimonianze del livello culturale raggiunto dalle genti di Sungir in un’epoca in cui la terra era stretta nella morsa dei ghiacci. […]

August 1st, 2015|paleolitico|0 Comments