Il blog che racconta la storia in un modo diverso, indagando sui retroscena, formulando ipotesi alternative e senza fermarsi davanti ai dogmi dell’establishment. Qui trovi articoli su temi e personaggi che riguardano la storia antica/moderna, l’archeologia, i miti e le leggende. C’è anche un angolo speciale per gli amanti dell’Africa.

paleolitico

Home » paleolitico

L’ago dell’uomo di Denisova. C’era una volta, 50.000 anni fa

C’era una volta, 50.000 anni fa, l’uomo di Denisova che fabbricò un ago per cucire le pelli e confezionare abiti su misura. C’era una volta, quando ancora imponenti mammut solcavano le steppe eurasiatiche. La nuova, sorprendente scoperta effettuata in Siberia dimostra che l’Homo sapiens non fu il primo a padroneggiare questa tecnica: l’ago del Denisova è il più antico in assoluto, risale a quel periodo che, nel Paleolitico europeo, viene detto “protoaurignaziano”. Un’ulteriore conferma alla presenza di un altro ominide notevolmente evoluto che visse per millenni contemporaneamente alla nostra specie. Era di casa nelle steppe siberiane, nell’Asia orientale e in Melanesia. Una conferma forte, provocatoria. Questo significa che il quadro del Paleolitico cambia ancora. 40.000 anni fa non eravamo i soli a popolare la Terra. E al nostro fianco non c’era soltanto l’uomo di Neanderthal. […]

By | November 1st, 2016|paleolitico|0 Comments

Leoni delle caverne nell’era glaciale. Freschi freschi dal permafrost

Sono cuccioli dell’Era glaciale, i leoni delle caverne scoperti nel permafrost della Jacuzia, una repubblica russa situata nella Siberia orientale. Il clamore della scoperta risiede soprattutto nel fatto che le spoglie dei leoncini si trovano in perfetto stato di conservazione, anche la loro pelliccia è intatta. Piccole mummie di ghiaccio, i primi esemplari ben conservati, perché finora erano stati portati alla luce soltanto scheletri e ossa. Insomma, un unicum a livello mondiale. I leoni delle caverne nell’Era glaciale erano presenti anche in Europa e nell’Asia settentrionale. Lo testimoniano i resti fossili e le splendide pitture parietali della Grotta di Chauvet (ca. 30.000 anni fa), la “Cappella Sistina del Paleolitico”. […]

By | September 19th, 2016|paleolitico|0 Comments

Homo floresiensis. L’isola dei nani

Il piccolo uomo del grande oceano Sull’isola di Flores, in Indonesia, tra le Molucche e Giava, il team del paleo antropologo neozelandese Michael Morwood ha realizzato nel 2003 una scoperta eccezionale. L’Homo floresiensis, un nuovo esponente estinto della specie umana, è apparso d’improvviso dal sottosuolo di una caverna facendo nuova luce sul Paleolitico e dimostrando, una volta di più, quanto vicine siano realtà e leggenda. L’Uomo di Flores, il piccolo “Hobbit” indonesiano, così battezzato per le sue dimensioni eccezionalmente minute, ricorda saghe e miti dell’antichità in cui si parla di draghi, giganti e…popoli di piccoli uomini. Un’atmosfera di favola circonda lo stesso luogo del ritrovamento: la grotta di Liang Bua, antro di scultorea bellezza immerso in un verde rigoglioso, in un vero paradiso naturale. […]

By | August 16th, 2016|paleolitico|1 Comment

I cerchi di pietra dei Neanderthal: le costruzioni più antiche

Le costruzioni realizzate dall’uomo di Neanderthal 176.000 anni fa nella grotta di Bruniquel sono una sensazione. I cerchi di pietra più antichi del mondo. Individuati già negli anni Novanta del secolo scorso e oggetto di accurati studi per decenni, finalmente i misteriosi cerchi della caverna francese sono stati ufficialmente riconosciuti come una costruzione ideata e messa in opera dall’Uomo di Neanderthal, l’ominide estinto intorno a 39.000 anni fa. Quello che per centinaia di millenni era stato l’abitante indiscusso dell’Europa preda della glaciazione. Prima dell’Homo sapiens. Il cacciatore raccoglitore che aveva vissuto periodi di freddo estremo e fasi di clima straordinariamente mite in un continente vasto e libero, percorso da grandi animali come i mammut, i leoni delle caverne o gli elefanti della foresta. Insomma, avremmo a che fare con un’opera di costruzione del primo europeo in assoluto: l’uomo di Neanderthal. […]

By | Juli 5th, 2016|paleolitico|0 Comments

Le sculture più antiche? Pietre dello scandalo e del mistero

All’inizio c’è un sasso. Il cosiddetto “Makapansgat pebble”, un ciottolo di diaspro che conta ben 3 milioni di anni. Ha un colore marrone rossiccio e pesa 260 grammi. Fu trovato negli anni Settanta del XX secolo in Sudafrica in una cava di dolerite, sulle rive del fiume Limpopo. E, in un certo senso, si potrebbe definire la pietra dello scandalo. Perché? Sulla sua superficie sono scolpiti in modo rudimentale dei lineamenti umani. Occhi rotondi, bocca a fessura, accenni a un copricapo oppure un taglio di capelli. Il Makapansgat pebble è stato portato alla luce nei pressi di una fonte naturale, nell’orizzonte di scavo dell’australopiteco africano. Il prodotto di uno scherzo della natura oppure una delle sculture più antiche? Lineamenti maschili o femminili? […]

By | Mai 9th, 2016|paleolitico|0 Comments

Le origini dei nostri miti risalgono al Paleolitico

E l’Homo sapiens inventò Polifemo     Che l’interpretazione del mito come specchio della nostra storia sia essenziale, l’ho sempre detto e ripetuto. Ora però, in base agli studi recenti, le origini dei miti sembrano essere molto più antiche di quanto si pensasse. Ci conducono alla preistoria dell’uomo, addirittura ai tempi misteriosi del Paleolitico, l’Età della Pietra. Quando la scrittura non esisteva. È stupefacente la scoperta di antropologi ed etnologi impegnati nella filogenetica che collocano la nascita di alcuni miti propri della cultura europea nella culla del Paleolitico, e cioè nel periodo in cui l’Homo sapiens decorava le pareti rocciose delle caverne ibero-francesi con le splendide pitture di animali ed esseri antropomorfi. […]

By | Januar 26th, 2016|paleolitico|2 Comments

Neanderthal e Sapiens insieme a Riparo Mandrin

Nuovi interrogativi sull’evoluzione umana In Francia, sulla riva sinistra del Rodano, c’è la Grotta di Mandrin, un sito preistorico poco noto ma eccezionale, unico al mondo. I reperti più antichi raggiungono il Paleolitico. Fra queste rocce lasciarono le loro tracce l’uomo di Neanderthal e l’Homo sapiens. Utensili appartenenti ad entrambe le specie sono rimasti imprigionati negli strati di calpestio a testimonianza del loro passaggio. Ma non solo questo: alcuni oggetti ornamentali della Grotta di Mandrin confermano l’interesse del Neanderthal per la cura del proprio corpo, e quindi la presenza di un pensiero astratto nel cervello del nostro “cugino” scomparso. […]

By | Januar 18th, 2016|paleolitico|0 Comments

Quel proiettile che uccise un Neanderthal 50000 anni fa

Il mistero della Grotta di Shanidar     Shanidar, una grotta dalla superficie enorme, situata nel nord-est dell’Iraq. 50.000 anni fa. Un incontro fra due specie: uomo di Neanderthal e Homo sapiens. E poi un’aggressione. L’uccisione del Neanderthal. Abbiamo a che fare con uno dei primissimi omicidi della preistoria? Forse il Sapiens agì in preda a pregiudizi razziali? Nella panoramica del Paleolitico l’episodio della Grotta di Shanidar è particolarmente importante per due motivi. Da una parte potrebbe rappresentare una delle facce, di certo la più truce, della convivenza tra Neanderthal e Sapiens; dall’altra potrebbe riaprire la diatriba infinita sulle reali capacità dell’uomo di Neanderthal e sulle sue scoperte innovative. Vediamo come e perché. […]

By | November 8th, 2015|paleolitico|1 Comment

Le incisioni paleolitiche di Qurta nell’Alto Egitto

Petroglifi impressionanti. Transfer culturale dall’Europa all’Africa?     Uno studioso belga scoprì i petroglifi all’inizio del XX secolo a Qurta, nell’Alto Egitto, a circa 30 km a sud della città di Edfu, sulla riva orientale del Nilo. Siamo a una distanza di 3,5 km dal fiume e ai margini nord della pianura alluvionale di Kom Ombo. Si tratta di raffigurazioni di animali e sagome femminili incise nella roccia che risalgono a 19.000 – 17.000 anni fa. Paleolitico superiore. Trovare importanti reperti archeologici in Egitto non stupisce più di tanto, la Terra dei faraoni è celebre in tutto il mondo per l’antichità della sua storia e la varietà dei suoi reperti. Ma le raffigurazioni di Qurta sono qualcosa di unico soprattutto per un motivo ben preciso: assomigliano in modo impressionante all’arte paleolitica… iberica e francese. […]

By | September 26th, 2015|paleolitico|0 Comments

A Sunghir le tombe più fastose dei cacciatori dell’Era glaciale

Un eccezionale corredo funerario di Homo Sapiens     Sunghir. Qui vivevano, 30.000 – 27.000 anni fa, i cacciatori dell’Era glaciale. Datazioni impressionanti. Un universo a noi estraneo e perduto in cui individui della specie Homo sapiens si muovevano liberi da un luogo all’altro, signori della natura che li circondava e, allo stesso tempo, parte di essa. In questo giacimento paleolitico russo si sono conservate delle sepolture di Homo sapiens dal valore eccezionale. Testimonianze del livello culturale raggiunto dalle genti di Sungir in un’epoca in cui la terra era stretta nella morsa dei ghiacci. […]

By | August 1st, 2015|paleolitico|0 Comments

Il bracciale dell’uomo di Denisova

Ha 40.000 anni il gioiello di pietra più antico?     Ed ora c’è anche un bracciale dell’uomo di Denisova. Un gioiello di 40.000 anni fa. Si tratterebbe dell’oggetto ornamentale più antico mai trovato finora. Il nostro “cugino” asiatico, l’uomo di Denisova, i cui resti fossili sono stati scoperti in una caverna siberiana dei monti Altaj. La posizione di questo ominide nel grande albero dell’evoluzione umana è da collocarsi su un ramo parallelo a quello dell’uomo di Neanderthal e dell’Homo sapiens. Le tre specie si sono evolute circa 600.000 anni fa da un medesimo antenato, l’Homo heidelbergensis. […]

By | Mai 21st, 2015|paleolitico|1 Comment

Quando l’uomo scoprì il fuoco

La scoperta del fuoco nel Paleolitico     Quando iniziò l’uomo a controllare il fuoco? Quando riuscì con i suoi arnesi a provocare le prime scintille e poi a preservare e usare le fiamme in modo efficace? Fra i tanti interrogativi che si pongono antropologi e paleontologi, la scoperta del fuoco è forse il più affascinante, di certo il più misterioso. Senza la padronanza della fiamma, l’evoluzione umana non sarebbe stata quella che fu. Il fuoco: un elemento essenziale per proteggersi dagli animali feroci, per riscaldarsi, far luce nella notte. […]

By | März 14th, 2015|paleolitico|2 Comments

Il flauto del Neanderthal e la scoperta della musica

Lo strumento musicale più antico del mondo     L’uomo di Neanderthal, l‘antenato fin troppo spesso dipinto come un rude selvaggio, amava la musica? Fabbricava strumenti musicali? Proprio questo emerge dall’analisi di un reperto eccezionale: il flauto di Divje Babe che, secondo l’ultima datazione, risalirebbe addirittura a 60.000 – 50.000 anni fa. Bisogna soffermarsi un attimo su queste cifre, perché il flauto è stato scoperto in Europa, e nell’Europa di 50.000 anni fa l’Homo sapiens ancora non ci era arrivato. Dunque fu l’uomo di Neanderthal a inventare la musica? […]

By | Februar 27th, 2015|paleolitico|0 Comments

L’uomo di Neanderthal – il primo europeo

Tracce di una specie scomparsa In tempi più remoti, quelli in cui l’uomo di Neanderthal popolava il nostro Continente, l’Europa rappresentava ancora un territorio a rischio, a causa dei potenti cambiamenti climatici. Parliamo di 200.000- 30.000 anni fa. […]

By | Februar 17th, 2015|paleolitico|0 Comments

Sapiens e Neanderthal insieme in Israele

 Il cranio della Grotta di Manot apparteneva all’antenato dei primi europei?     La teoria Out of Africa II presuppone che l’Homo sapiens abbia abbandonato il Continente africano prima di 60.000 anni fa. Nel lungo viaggio che l’avrebbe condotto in Europa intorno a 45.000 fa, l’antenato dei primi europei attraversò il corridoio levantino. In Israele Homo sapiens e uomo di Neanderthal vissero insieme nello stesso territorio. Questa la conclusione confermata dalla presenza di una calotta cranica scoperta in una caverna dell’Israele settentrionale: la Grotta di Manot. […]

By | Februar 2nd, 2015|paleolitico|1 Comment

Opere d’arte, figure e incisioni del Paleolitico

Galleria di opere d’arte preistoriche     Originali e repliche di tre raccolte celebri: Museo Neanderthal di Mettmann; Museo del Castello Monrepos di Neuwied; Museo Regionale della Renania a Bonn. In questi tre musei ho trovato degli autentici tesori. Dettagli di propulsori, statuette di Veneri paleolitiche e animali, incisioni su osso, avorio e pietra, sia antropomorfe che zoomorfe. Un vero Eldorado per chi, come me, si interessa della preistoria più lontana e arcaica, del Paleolitico e di quei nostri antenati che vivevano nella cosiddetta Era glaciale. […]

By | Januar 8th, 2015|paleolitico|1 Comment

I primi uomini sulle Ande. Preistoria ad alta quota

Insediamenti preistorici in Perù     I primi uomini sulle Ande. A 4500 m di altitudine, in Perù. Là, dove l’aria è sottile e quando fa freddo il mercurio scende sotto lo zero. Non ci sono alberi, solo cespugli e piante. Sotto lo sperone roccioso di Cuncaicha, in una grotta, i primi uomini hanno vissuto circa 12.400 anni fa. L’ha scoperto l’archeologo Kurt Rademaker dell’Università di Maine, USA. Erano i primi cacciatori-raccoglitori che popolarono l’America latina. […]

By | Dezember 16th, 2014|paleolitico|0 Comments

Le tracce dell’ultimo Neanderthal si perdono in Crimea

30.000 anni fa: coesistenza di due specie umane?     Le tracce dell’ultimo Neanderthal conducono in Crimea? Dopo aver convissuto con l’Homo sapiens in Europa per almeno 6000 anni, il Neanderthal è scomparso. Sappiamo che vi fu un’ibridazione fra le due specie, il nostro DNA di uomini moderni contiene una percentuale di genoma neandertaliano. Sappiamo che entrambi – Neanderthal e Sapiens – erano grandi cacciatori, fruivano di notevole abilità artigianale e vivevano all’interno di clan ben organizzati. Ma quei 6000 di convivenza stretta rendono difficile dire quale delle due specie abbia raggiunto per prima i diversi traguardi culturali. […]

By | Dezember 1st, 2014|paleolitico|0 Comments

Uomini dell’Era glaciale. Siti archeologici dell’Homo sapiens in Europa.

Nell’Europa di 45.000-10.000 anni fa, i lunghi periodi estremamente freddi erano inframezzati da fasi con clima relativamente moderato. Il picco di glaciazione massima fu raggiunto ca. 20.000 anni fa, quando i cacciatori raccoglitori si ritirarono nelle zone temperate intorno al Mediterraneo, come Italia meridionale e Penisola Iberica. 45.000 anni fa, l’Homo sapiens aveva iniziato a popolare il Continente. Ma non era la sola specie vivente in Europa. […]

By | November 25th, 2014|paleolitico|2 Comments

L’uomo di Denisova. Il cugino asiatico

In Siberia la scoperta del terzo uomo     L’uomo di Denisova. Tutto iniziò nel 2000, con il ritrovamento di un molare in una caverna del massiccio dei monti Altaj, Siberia meridionale. Il dente era sicuramente umano, un reperto del Paleolitico. Presentava delle caratteristiche talmente peculiari, da rendere difficile la sua attribuzione a una specie di ominide conosciuta. Nel 2008 vennero alla luce anche dei frammenti di un dito. I reperti non appartenevano né alla specie Homo sapiens, né all’uomo di Neanderthal. Eppure quegli individui dovevano aver abitato nella caverna circa 40.000 anni fa. […]

By | November 16th, 2014|paleolitico|0 Comments

Il culto dei crani nel Paleolitico

Gli uomini preistorici e i loro riti     Il culto dei crani. Poco o nulla sappiamo dei riti funerari dell’Età della pietra che tentiamo di ricostruire sulla base dei reperti a nostra disposizione. Le tombe degli antenati vissuti decine di migliaia di anni fa presentano corredi funerari di difficile  interpretazione. Oggetti particolari che accompagnano il defunto nel suo viaggio oltre la morte, a volte lapidi dai disegni astratti e misteriosi. Ma l’elemento forse più impressionante della sepoltura paleolitica è il trattamento riservato alla testa del defunto. Al suo cranio. […]

By | November 7th, 2014|paleolitico|0 Comments

Il DNA dei primi Europei. L’uomo di Kostenki

L’aplogruppo U è il più antico d’Europa     Il DNA dei primi Europei, di quelle popolazioni della specie Homo sapiens  che vivevano più di 34.000 a. C. nell’odierna Russia, ha iniziato a rivelare i suoi segreti. Chi erano i nostri antenati? Da dove veniamo? Quali connessioni ci sono fra noi moderni e le popolazioni di Homo Sapiens cacciatori-raccoglitori che vissero prima dell’ultima grande glaciazione? È l’uomo di Kostenki, a darci le risposte. Lo ha fatto parlare Svante Pääbo, fondatore della Paleogenetica e attuale direttore del dipartimento Genetica dell’Evoluzione al Max Planck Institut di Lipsia. […]

By | Oktober 30th, 2014|paleolitico|2 Comments

Bilzingsleben 370.000 anni fa. Abitazioni e officine dell’Homo erectus heidelbergensis

Un accampamento di cacciatori all’alba dei tempi     Bilzingsleben 370.000 anni fa. Ancora una finestra affacciata sul nostro passato. Insieme ad altri importanti giacimenti del Paleolitico come Dmanisi in Georgia, Isernia la Pineta in Italia, Atapuerca in Spagna e il sito tedesco di Schöningen con le sue lance, Bilzingsleben ci permette di ricostruire la vita di questi primi antenati giunti dall’Africa. Il travertino ha imprigionato uno stralcio di vita del Paleolitico, ha fossilizzato un momento preistorico. […]

By | Oktober 30th, 2014|paleolitico|5 Comments

Le Veneri del Paleolitico

Età della pietra e profumo di donna     Le Veneri del Paleolitico sono famose in tutto il mondo per l’impressionante antichità degli artefatti, la scarna semplicità delle linee scultoree, l’abbondanza delle loro forme e quell’aura di sacralità ancestrale che le circonda. La loro bellezza è distante anni luce dall’ideale femminile che oggi domina qualsiasi ambito della nostra società. In politica come nello show business e nella vita quotidiana, la donna di oggi deve essere magra, scattante, flessibile. Il resto è lasciato ai ritocchi di chirurgia estetica. […]

By | Oktober 19th, 2014|paleolitico|2 Comments

I cacciatori di orsi del Paleolitico. Balver Höhle

Quando gli uomini di Neanderthal andavano a caccia nelle caverne     I cacciatori di orsi del Paleolitico hanno lasciato le loro tracce nella Balver Höhle, una grotta che si trova nella regione tedesca Nordrhein-Westfalen, nella valle di Hönnetal. Un luogo la cui affascinante atmosfera ha incentivato la nascita di miti e storie misteriose sino ai giorni nostri. Le numerose caverne della Hönnetal sono state abitate oppure usate come siti di sepoltura in modo continuato dai tempi del Paleolitico all’epoca dei Germani. La Balver Höhle consiste di una vasta sala a tunnel con due diramazioni laterali che presenta una profondità di 70 metri nella collina rocciosa. Il punto più alto del soffitto di roccia naturale raggiunge i 12 m. […]

By | Oktober 10th, 2014|paleolitico|0 Comments

Tracking in Caves. Boscimani in Europa sulle tracce dei nostri antenati di 17.000 anni fa

Dall’Africa ai Pirenei     Tracking in caves? Boscimani di oggi e impronte di 17.000 anni fa? Proprio così. Oltre alle immagini, incisioni e sculture che trasformano gli ambienti rocciosi in splendidi  musei naturali, gli uomini del Paleolitico hanno lasciato nelle caverne europee anche tracce di piedi, di mani. Segni del loro passaggio che potrebbero fornirci informazioni preziose sul modo di vivere di queste genti e che fino a poco tempo fa erano ancora un libro chiuso. Oggi il rebus comincia ad essere risolto grazie all’idea geniale di due archeologi tedeschi, Andreas Pastoors e Tilman Lenssen-Erz. Il loro progetto: “Tracking in Caves”. […]

By | Oktober 8th, 2014|paleolitico|1 Comment

Il popolamento dell’Europa prima dell’Homo sapiens

Ho visto che in  rete è difficile trovare carte geografiche che illustrino gli inizi del Paleolitico e mi sembrava doveroso colmare una grave lacuna. La mappa mostra i siti più importanti del Paleolitico in Europa, in un periodo preistorico che si estende da 1,8 milioni a 40.000 anni fa e in cui i primi ominidi, dopo aver abbandonato l’Africa, si insediarono nel Continente europeo. In questa lunghissima fase ancora parecchio oscura,  il Continente fu abitato da diverse specie di Homo. […]

By | September 27th, 2014|paleolitico|2 Comments

Le lance di Schöningen. I primi cacciatori del mondo

Lance da tiro di 300.000 anni fa     Le lance di Schöningen. Prima di parlarne, concentriamoci un momento sulla datazione di questi oggetti, perché ne vale la pena: 400.000 – 270.000 anni fa. Un’epoca da capogiro, se pensiamo che l’Homo Sapiens giunse in Europa 43.000 anni a. C.. Parleremo quindi di oggetti che risalgono a un periodo preistorico in cui il nostro antenato Homo Sapiens e suo cugino l’uomo di Neanderthal ancora non esistevano. In Europa viveva invece un’altra specie di ominide, l’Homo heidelbergensis. […]

By | September 18th, 2014|paleolitico|3 Comments

Slideshow sulle opere d’arte del Paleolitico

Opere d’arte:      40.000 – 10.000 a.C.     Le opere che appaiono in questa galleria sono state realizzate tutte nella cosiddetta „Età della pietra“, in un vastissimo arco di tempo che si estende dal 40.000 al 10.000 avanti Cristo. Provengono da diversi siti archeologici europei e spaziano dall’oggettistica ornamentale e/o sacra, come le statuette femminili, agli utensili per la caccia, come i propulsori. Ho incluso anche la scultura dei due bisonti della grotta francese di Tuc d’Audoubert, un unicum dell’arte paleolitica, realizzata a grandezza d’uomo. […]

By | September 10th, 2014|paleolitico|0 Comments

Scoperta la sezione aurea nel Paleolitico. La preistoria è da riscrivere?

Il numero d’oro nelle opere d’arte preistoriche     Scoperta la sezione aurea nel Paleolitico. È possibile? Ammiriamo le loro opere giunte dalla notte dei tempi e ci sentiamo toccati nel profondo. Eppure tra loro e noi ci sono decine di migliaia di anni. Un abisso apparentemente incolmabile. Com’è possibile che le loro opere ci impressionino a tal punto? Cos’hanno in comune le incisioni antidiluviane con il nostro senso dell’arte? La risposta è sbalorditiva. Il canone estetico alla base delle loro opere è lo stesso che seguiamo noi: la sezione aurea. […]

By | September 6th, 2014|paleolitico, temi|1 Comment

La scomparsa dell’uomo di Neanderthal. Un cugino ingombrante?

Non è sparito senza lasciare traccia: il suo genoma è dentro di noi     La scomparsa dell’uomo di Neanderthal. Ancora un enigma.  Da una stessa specie di ominide, L’Homo heidelbergensis (un’evoluzione dell’Homo erectus africano), si dipartirono circa 600.000 anni fa due differenti processi evolutivi: uno portò allo sviluppo dell’Homo sapiens che abbandonò l’Africa 100.000 anni a. C. prendendo dapprima la via del Medio Oriente, dell’India e dell’Australia e soltanto molto più tardi (ca. 45.000 a. C.) quella dell’Europa; l’altro allo sviluppo dell’uomo di Neanderthal, le cui tracce più antiche nel Continente europeo risalgono già al 130.000 a. C. (Uomo di Neanderthal classico). […]

By | September 1st, 2014|paleolitico|3 Comments

Arte del Paleolitico. L’uomo preistorico e le sue immagini

Nelle caverne europee: pitture, incisioni e oggetti d’arte preistorici     Arte del Paleolitico. Uomini dell’Età della pietra. Un altro mondo. Un universo denso di immagini e simboli, così lontano dalla nostra storia da risultare più che misterioso. Numerose caverne europee portano negli eterni budelli di pietra i segni del passaggio dei nostri antenati. Sono impronte di mani, pitture e incisioni che raffigurano animali, vulve, creature a metà fra l’umano e il divino, sciamani imprigionati in sembianze zoomorfe. […]

By | September 1st, 2014|paleolitico|1 Comment

L’uomo-leone di Hohlenstein

Una statuetta preistorica di 40.000 anni fa     È alta approssimativamente 30 centimetri, è fatta di avorio di mammut e ha circa 40.000 anni di vita (nuova datazione). È la statuetta dell’Uomo-leone, un vero miracolo dell’arte paleolitica che fino a pochi mesi fa si poteva ammirare al Museo di Ulm. Ovviamente non mi sono lasciata sfuggire l’occasione di vedere da vicino il reperto unico al mondo, la scultura più antica dell’umanità. […]

By | Juli 8th, 2014|paleolitico|1 Comment