• Introduzione

  • C’era una volta in Baviera

  • Adam Weishaupt: l’illuminista illuminato e il suo club

  • Theodor Reuss, la spia canterina

    L’Anticristo Crowley e la Rosa Rossa

  • Il viaggio fatale della Mayflower

  • Il fascino indiscreto della massoneria

  • L’ombra di Spartacus: Mazzini, Carducci, Pike e il satanismo

  • Parigi, Washington D.C., Astana e altre stranezze

  • Quelli del Bohemian Club

  • I lupi e il branco: Rothschild, Rockefeller & Co.

  • Illuminati Game e i prodigi del DNA

  • Parola d’ordine: Transumanismo

  • Note

    Allegato

    Bibliografia

Gli illuminati. La realtà oltre il mito  – Ebook –  Venexia Edizioni, 2014

Per me, da sempre interessata alle società segrete in Occidente, gli Illuminati sono un argomento da affrontare. Soprattutto perché si parla spesso di loro, il termine “Illuminati” appare dovunque, eppure restano fantasmi senza nome. Chi sono questi Illuminati? Una base storica, anche qui, c’è. Dunque sono andata ad analizzarla. La storia degli Illuminati inizia molto tempo fa, nella tedesca Baviera, da un uomo chiamato Adam Weishaupt. Ma non è una storia lineare, semplice. Perché l’Ordine degli Illuminati di Weishaupt sembra, di primo acchito,  essere stato sciolto nel XIX secolo. È davvero così? Oppure il seme piantato da questa prima organizzazione ha portato i suoi frutti più tardi e altrove? Come al solito, quando si parla di società segrete, si deve essere pronti a seguire vie tortuose per arrivare alla verità. A volte è necessario passare da un continente all’altro, saltare da un’epoca all’altra, come in una gincana pazza in giro per il mondo. E si incontrano, così, i personaggi più obsoleti: Theodor Reuss, Ignaz Trebisch-Lincoln, Aleister Crowley, Giuseppe Mazzini, Albert Pike… Dalla tedesca Baviera alle Guide Stones della Georgia, dalla Rosa Rossa ai Bilderberg, fino all’Illuminati Game. Ho scoperto il gioco pericoloso dei signori senza nome che vogliono plasmare il nostro futuro.

Compra l’ebook su Amazon